ID
Di: Plenum
Pubblicato il 01/11/17
Categoria Mostre
Questa pagina non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 925 volte
La Galleria Plenum fotografia contemporanea è lieta di presentare la mostra personale “ID” di Lorenzo Castore. - Vernissage 19 Novembre 2017 ore 18.00 Chiusura della mostra Venerdì 15 Dicembre ore 17.00 (Orari apertura Galleria: Lunedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, Martedì, Giovedì e Sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.00) << Con la sua impareggiabile capacità di riprodurre la realtà - vista ora come qualità, ora come limite - la fotografia é da sempre al centro di molteplici processi. Processi che ne ridefiniscono in continuo i contorni, il ruolo, gli obiettivi, in funzione dei canoni estetici e delle mode, delle tendenze e degli umori del mercato dell’arte, degli imperativi dell’informazione, … In questo contesto complesso, in evoluzione costante, resta una certezza: la differenza fra l’essere e il fare il fotografo. Lorenzo Castore appartiene alla prima categoria. Dalle sue immagini risulta evidente un legame inscindibile fra ciò che è e quello che fa. La fotografia è la sua vita: il suo ossigeno, la sua famiglia, i suoi amici, la sua seduta di psicoterapia, la sua vacanza, la sua passione e il suo lavoro. Che parta a fotografare in India, nelle miniere di Carbonia, nei Balcani, a Cracovia, a New York o nei quartieri di Catania, per le strade o nelle case di amici, che racconti storie d’amore o di solitudini, storie note o da scoprire, Lorenzo Castore, sempre e ovunque, abita le sue immagini. In filigrana o come in uno specchio, Lorenzo, qua e là appare, con tante sfaccettature: la determinazione e l’inquietudine, gli interrogativi, le ambiguità.. In tutti i suoi lavori, in bilico tra documentario, fiction e autobiografia, sempre la sua presenza affiora. I suoi progetti sono complessi e spesso originali, si articolano su periodi lunghi, coprono e accompagnano fasi della vita sua e altrui, scandagliano le profondità dell’animo, tra pathos e osservazione. Per ogni soggetto Lorenzo cerca e sperimenta nuovi linguaggi visivi, come se cercasse le parole per RIFERIMENTI BIOGRAFICI Lorenzo Castore Lorenzo Castore nasce a Firenze nel 1973. Il suo lavoro - totalmente e radicalmente intrecciato alla sua vita - è caratterizzato da progetti a lungo termine che hanno come tema principale la propria esperienza personale, il quotidiano, la memoria e la relazione tra piccole storie individuali, il presente e la storia. Ha vinto il Premio Mario Giacomelli (2003) e il Leica European Publishers’ Award (2005). Ha pubblicato tre libri monografici: Nero (2004), Paradiso (2006) e Ultimo Domicilio (2015). Il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive, all’estero e in Italia. Laura Serani Critico e curatore, Laura Serani ha ricoperto vari incarichi tra i quali la direzione artistica del Mois de la Photo à Paris, dei Rencontres de Bamako, di Fotografia Europea e del SiFest in Italia. Dal 1985 al 2006 ha costituito e diretto la Collezione Fnac e la rete delle Gallerie fotografiche della Fnac in Europa, in Brasile e a Taiwan. Autore di numerose pubblicazioni è presidente del Prix Résidence pour la Photographie della Fondation Les Treilles in Francia e curatore di Invisible White Celeste Prize 2017. Vive a Parigi. plenumgallery.com lorenzocastore.com dire, per esprimere situazioni e sentimenti diversi . Alla ricerca di linguaggi fotografici differenti a seconda delle necessità narrative. Le sue fotografie al di là della definizione - soggettiva - di « bellezza », sono intense. A volte esplicite, di lettura più immediata, a volte enigmatiche, fortemente suggestive, permettono comunque alla mente di vagare e divagare alla ricerca di quel qualcosa di nascosto e prezioso che le fa vibrare. La mostra, presentata per la prima volta a Plenum, riunisce immagini di periodi, serie e storie diverse. Una sorte di travelling che ripercorre i suoi primi venti anni nella fotografia. E un percorso vario, sorprendente ma coerente, che ha affermato e confermato Castore come una delle figure più interessanti della sua generazione, nel panorama fotografico non solo italiano. « Enfant prodige » - con un primo libro, « Nero » e una mostra alla agenzia Vu a Parigi nel 2004 - Castore ha evitato la facilità, applicato il principio di esigenza e spinto sempre più lontano la ricerca del modo giusto per costruire e raccontare il suo mondo>>. Laura Serani Ottobre 2017
Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
RinoCarraroFineArt
"Sin dalla nascita dello studio nel 1973, il problema era come poter presentare al me…
premio artelaguna
L’Associazione Culturale MoCA (Modern Contemporary Art) e lo studio Arte Laguna sono …
2.8
2.8 è un volume che pubblica ogni trimestre i migliori portfolio sportivi dal mondo, …
connecting cultures
Fondata nel 2001 da Anna Detheridge - critica e teorica delle arti visive – Connectin…
Spazio Labo'
Dal 2010, Spazio Labo’ è un centro multifunzionale che si occupa della diffusione del…
Art Visual
ART Visual e' la nuova Associazione di Artisti e di loro interlocutori, nata per crea…