Tutti i colori del cinema
Pubblicato il 10/11/17
Categoria Mostre
Questa pagina non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 396 volte

Tutti i colori del cinema racconta i vari modi di fare, intendere, vedere e, soprattutto, fotografare il cinema, che per sua stessa natura è “rappresentazione”.

Organizzato dal Centro Culturale Candiani in collaborazione con il periodico di immagini e cultura fotografica Gente di Fotografia, Ikonavenezia International School of Photography e con il patrocinio di Università IUAV si avvale di una qualificata giuria presieduta da Franco Carlisi e composta da Ziva Kraus, Stefano De Luigi e Angelo Maggi.

Il premio della sezione senior è stato assegnato a Matilde Gattoni per Sogni nella sabbia, un progetto che alla qualità tecnica accompagna una notevole abilità nello storytelling originale e poetico, lasciando trasparire un sincero coinvolgimento emozionale con i soggetti fotografati “eroi sconosciuti del cinema, quelli che vivono lontano dalle luci di Hollywood”. Malpagati, vivono in un’oasi del deserto marocchino, eppure “hanno costruito piramidi, marciato sotto il sole cocente e combattuto contro l'esercito americano, affrontando malattie, fame e persecuzioni” . Il grande amore per il loro lavoro rappresenta un contributo toccante alla macchina del cinema.

Per la sezione giovani, due i lavori selezionati a parimerito: De familia di Leonard Regazzo e Another Side di Valentina Casalini. Quest’ultimo si ispira al film di Michelangelo Antonioni L’Eclissi, ed è stato realizzato tra marzo e giugno del 2012 a Urbino dove l’autrice va alla ricerca dell’altro lato del “visibile ordinario”, in un gioco di sovrapposizioni di realtà, costruendo “una personale psicogeografia” con la complicità di una luce crepuscolare. Regazzo racconta invece la storia di Miki, in un gioco tra realtà, finzione e rappresentazione, ritraendolo mentre da improvvisato regista, con una rudimentale macchina da presa, “gira” un film sulla sua famiglia che vive lungo il fiume Bistrita, a Piatra Neamt in Romania. Una storia pittoresca, intrisa di gioia di vivere e dei colori della sua cultura.

Di particolare interesse risultano i lavori di Stefano Schirato dal set di Baaria e La migliore offerta di Tornatore; Guido Salvini che ha scelto di evidenziare i vari mestieri del cinema; Roberto Pari e Sergio Tani con Nuovo cinema Adriatico e la ricostruzione dei set di film famosi in cui gli attori protagonisti sono i pesci dell’Adriatico; Simona Pampallona con immagini di e fuori scena dal set di Le meraviglie di Alice Rohrwacher e Yuri Catania con le foto di Asia Argento sul set del Teatro Nuovo di Milano e Cinecittà.

Segnalati infine il noir di Mauro Fumagalli, le luci di Roberta Reina, la luce e ombra di Nadia Morghen, il “cinema nel cinema” di Jacopo Pasqui, le Parigi di Silvia Bigi, gli esperimenti visuali di Ezio Roncelli e le solitudini di Serena Vittorini.

 

Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
Sony Italia
Grazie a Sony il variopinto mondo della fotografia digitale è finalmente alla portata…
Fnac
Fnac, fondata nel 1954, è una catena di negozi specializzata nella vendita di prodott…
Spazio81, Fine-Art giclée & More
La fotografia come comunemente viene intesa non esiste più, al suo posto è nata l’imm…
SCUOLA ROMANA DI FOTOGRAFIA
La Scuola Romana di Fotografia è un punto di riferimento culturale di primo piano tra…
Gruppo Fotografico LE GRU
Il Gruppo Fotografico LE GRU di Valverde (CT) è una Associazione apartitica e priva d…
LUPO LIGHT
LUPO LIGHT produce una completa gamma di illuminatori per fotografia e video. LUPO…