RIFLESSIONI IN CHIAROSCURO - Mostra fotografica di Michele Ginevra
Pubblicato il 08/12/17
Categoria Mostre
Gradimento: Molto Interessante
Questa pagina è stata visitata 500 volte

Presso il Centro Culturale "Il Pertini" - Biblioteca Comunale - di Cinisello Balsamo (MI) in Piazza Confalonieri,3 a partire dal 13 gennaio e fino al 26 gennaio 2018 sarà esposta la mostra di Michele Ginevra dal titolo "Riflessioni in chiaroscuro", un viaggio che attraversa  i vicoli più stretti ed impervi della nostra anima, fino ad uscire fuori dal , per esplorare il mondo che ci circonda, in una costante simbiosi tra ciò che alberga dentro di noi, sentimenti, passioni, spiritualità, ecc. e tutto quello che sta fuori di noi, con cui costantemente ci relazioniamo, le persone a noi care, la natura, l’amicizia, ecc.

Un viaggio che  utilizza un  insolito doppio  “mezzo di trasporto”: la scrittura, con le parole che si fanno versi, aforismi o semplicemente riflessioni, e la fotografia con le immagini in bianco e nero con i tanti toni di grigio, metafora di ciò che sta dentro di noi; ed immagini a colori, che ci riportano a ciò che ci circonda e che fa parte della nostra vita quotidiana, così come la percepiamo  sensorialmente.

Un viaggio, ma anche un passaggio, una trasmigrazione immaginifica tra mondo interiore e mondo esteriore, che non avviene in modo repentino ma graduale; anzi i due mondi spesso sono in continuo contatto osmotico tra di loro. Tale gradualità è rappresentata visivamente dalla fotografia dove convivono  ancora il bianco e nero  (i due soggetti neri in maglietta bianca seduti sul muraglione grigio) ed il colore, rappresentato nel variopinto murale di fronte ai due soggetti. Anche la poesia “Un’amica”, appositamente abbinata all'ultima fotografia in b/n, rappresenta,  per l'ambiguità del tema affrontato (l’amicizia tra un uomo ed una donna) quasi una linea di confine sfumata tra  il "Sé Interiore" e il "Sé Esteriore", descrivendo sentimenti interiorizzati che spesso trovano, in queste circostanze, difficoltà ad essere esternati.

La scrittura e la fotografia, seppure nella stessa pagina e strettamente legate dal messaggio da veicolare o dall’emozione da trasmettere, sono tuttavia tenute separate, poichè l’abbinamento immagine/scrittura è qualcosa  di molto soggettivo  e personale che non può essere generalizzato né tanto meno forzato. 

Infine una nota sul titolo.

"Riflessioni" mi è sembrato un termine adatto a sintetizzare un concetto complesso come quello del “Sé Interiore” e del “Sé Esteriore” partendo dall’etimologia latina del termine, che indica un “ripiegamento”, qualcosa che va, poi ripiega e torna; proprio come frammenti di sé che, usciti nel mondo esteriore, “ripiegheranno” come onde luminose su uno specchio, e torneranno dentro di noi, spesso arricchiti da quello di cui si saranno impregnati nel loro “viaggio” al di fuori del nostro Io.

Il “chiaroscuro”, infine, ha un evidente riferimento al mondo della fotografia dove il gioco di luci e di ombre è di fondamentale importanza, ma ha anche un  riferimento metaforico ai chiaroscuri che attraversiamo tutti nel corso di questo lungo (o forse breve) viaggio che è la nostra vita.                                                                                                                                                                                                                                                                                            Michele Ginevra

Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
Ikona Venezia
La galleria IKONA PHOTO GALLERY inaugurò la sua prima mostra fotografica a Venezia ne…
HP Hewlett Packard
HP è un'azienda tecnologica che opera in oltre 170 paesi in tutto il mondo. Cerchiamo…
fuorifuoco
L'Associazione FUORI FUOCO fu fondata nel 1994 per volontà di Marco Pazzaglia, Fabio …
Art Visual
ART Visual e' la nuova Associazione di Artisti e di loro interlocutori, nata per crea…
HF Distribuzione
HF Distribuzione è la più importante libreria online italiana di soli libri di fotogr…
Epson Italia
Una tecnologia fonte d'ispirazione per un futuro migliore Rispetto a 60 anni fa, qua…