Burladies di Giovanni Cocco. Presentazione editoriale e incontro con il fotografo
Pubblicato il 16/04/18
Categoria Pubblicazioni
Questa pagina non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 1935 volte

Venerdì 20 aprile alle ore 19.30, presso la sede del WSP photography, presenteremo insieme a Giovanni Cocco il suo libro fotografico “Burladies”.

Dal 2007 al 2010 il fotografo Giovanni Cocco ha esplorato la scena del moderno burlesque in Italia. Passando da Roma, Milano e Bologna, ha seguito le ballerine che si esibiscono in questi spettacoli che mescolano danza, sensualità, lustrini, cabaret ed esibizioni circensi e ha raccontato i dietro le quinte, la preparazione, le pause e i momenti sulla scena.

Il Burlesque è uno spettacolo antico legato al teatro del XIX secolo. Nato nell’Inghilterra del XIX secolo come spettacolo popolare finalizzato a divertire i potenti, si compone di coreografia, musica per orchestra, momenti comici e, per la versione contemporanea, di elementi fetish e punk.

“Ogni fotografia che scatto è creata attraverso un approccio istintivo, quasi viscerale, che ho sviluppato nel corso degli anni. Visualizza un'esperienza che inizia nel mio intimo, che cattura il mio corpo e la mia anima prima di raggiungere i miei occhi. La prima volta che ho partecipato a uno spettacolo di burlesque, questo istinto si è manifestato con forza. E così ho deciso di viaggiare in lungo e in largo, mirando ad assorbire l'esperienza e liberare la mia immaginazione”. GC

Giovanni Cocco nasce a Sulmona nel 1973. Si dedica integralmente alla fotografia dal 2000, lavorando per numerosi editori italiani ed internazionali. Dal 2007 al 2010 completa “Burladies”, una serie di ritratti sulla vita delle donne nel mondo del Burlesque. Il lavoro è pubblicato in diverse riviste internazionali e entra a far parte di una mostra itinerante in tutta Europa. Inoltre sempre con Burladies dal 2010 al 2012, Giovanni Cocco è selezionato per il programma “Mentor” dall’Agenzia Internazionale VII. Da molti anni si occupa di un progetto a lungo termine sulla vita di sua sorella e della sua famiglia, “Monia”, che vince il secondo premio all’Emerging Photographer Grant di Burn Magazine e della fondazione Magnum, e viene segnalato dalla giuria del Premio Roger Pic della Scam di Parigi che gli dedica un’esposizione in occasione del Mois de la Photo 2012. Sempre con “Monia” nel 2016 vince il grant della Reminder Photography Strongold Gallery che gli dedica un esposizione a Tokyo. È docente insieme a Fausto Podavini e Rosy Santella della WSP Masterclass di Reportage.

In occasione dell’incontro il libro sarà possibile acquistare il libro ad un costo promozionale.

L’incontro è gratuito.
Ricordiamo che WSP photography è un’associazione culturale pertanto tutte le attività, anche quelle gratuite, sono riservate ai soci con tessera associativa ENAL. È possibile tesserarsi il giorno dell’evento (costo tessera annuale 3€).

 

Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa WSP Photography
www.collettivowsp.org - ufficiostampa@collettivowsp.org - tel. 328.1795463

Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
Sony Italia
Grazie a Sony il variopinto mondo della fotografia digitale è finalmente alla portata…
Osservatorio Gualino
L'idea di fondo dell'Osservatorio Gualino è quella di costituire una sorta di punto a…
premio artelaguna
L’Associazione Culturale MoCA (Modern Contemporary Art) e lo studio Arte Laguna sono …
Centro Sperimentale di Fotografia
Fotografare significa cogliere attimi, sensazioni, emozioni e trasferirle in maniera …
Tuolibro
Dal 2002 TuoLibro realizza libri (con passione) per chi ha il desiderio e la necess…
laboratorivisivi
Laboratori Visivi è un gruppo di persone che, seguendo percorsi diversi, ha deciso di…