Al Milano Photofestival le ultime ricerche sulla fotografia.
Pubblicato il 30/06/18
Categoria Eventi e Rassegne
Questa pagina non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 629 volte

Lo scorso 11 giugno si è svolta a Milano presso l'Urban Center di Galleria Vittorio Emanuele la tavola rotonda dal tema "Ma è ancora fotografia?" coordinata dal Professor Roberto Mutti.

Filo conduttore dell'incontro sono stati gli elementi della natura in fotografia. Edilio Alpini ha illustrato le sue ricerche d'arte realizzate indagando all'interno della struttura dei materiali, Stefania Ricci ha esposto le sue opere che sintetizzano le forme delle piante e degli animali.

Paolo Grassi, dopo una breve presentazione di alcune fotografie, alcune stampate in bianco e nero, altre appartenenti al più recente progetto "Generation of the city" con stampe a colori, ha dettagliatamente illustrato il progetto "Da fuoco e acqua", le cui opere erano state esposte lo scorso marzo al MIA Photo Fair di Milano, con notevole riscontro da parte del pubblico.

Il progetto illustrato da Paolo Grassi è nato dalla ricerca di un metodo di stampa fotografica che potesse interagire con i sensi del tatto e dell'olfatto. Attraverso lo studio di alcune tecniche fotografiche in auge nei primi anni del novecento, l'autore ha messo a punto una tecnica eco-friendly che fa uso di soli elementi naturali derivati, dagli elementi archetipici del fuoco e dell'acqua.

Il fuoco è l'elemento che genera il pigmento nerofumo utilizzatocastello san terenzo per dare tono alle fotografie, mentre l'acqua è utilizzata per far aderire il pigmento al foglio di carta. Le stampe fotografiche sono realizzate a mano su una carta per acquerello che viene sensibilizzata e trattata direttamente dall'autore. L'effetto ottenuto è sorprendente e le immagini assumono tridimensionalità grazie alla sovrapposizione del pigmento in polvere sulla superficie della carta.

La tecnica esclusiva ha permesso all'autore di operare sulle immagini plasmando manualmente i toni e le forme con il principio che lo stesso Grassi definisce di "levare per e-levare" cioè di levare il superfluo per trasformare l'immagine in un'opera.

Chi volesse vedere dal vivo le fotografie potrà approfittare dell'esposizione che si terrà grazie alla collaborazione del Polo Museale della Liguria del MiBACT a Lerici (La Spezia) presso il Castello di San Terenzo dal 14 luglio al 19 settembre. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.lephotoart.com.

Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
A2 associazione culturale
L’Associazione Culturale “A2” si propone di promuovere, diffondere, valorizzare e svi…
RinoCarraroFineArt
"Sin dalla nascita dello studio nel 1973, il problema era come poter presentare al me…
FORMA
FORMA – Centro Internazionale di Fotografia FORMA nasce nel 2005 in seguito ad un’…
Gruppo Fotografico LE GRU
Il Gruppo Fotografico LE GRU di Valverde (CT) è una Associazione apartitica e priva d…
LUPO LUX
La LUPO LUX srl è una nota azienda produttrice di Illuminatori a luce continua per st…
premio artelaguna
L’Associazione Culturale MoCA (Modern Contemporary Art) e lo studio Arte Laguna sono …