1925/1945 - Architetture del Moderno in Italia: Impianti Sportivi e Colonie Elioterapiche
Pubblicato il 31/05/21
Categoria Concorsi e Selezioni
Questa pagina non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 855 volte

SCADENZA 24 LUGLIO 2021

L’Associazione Culturale Made in Maarc bandisce

la seconda edizione del concorso internazionale fotografico:

1925/1945 - Architetture del Moderno in Italia: Impianti Sportivi e Colonie Elioterapiche

Sito web del Concorso

www.photomaarc.com

 

Descrizione del Concorso:

Il concorso fotografico nazionale a cadenza annuale PHOTOMAARC, promosso dall'associazione Made in Maarc, dopo il successo dello scorso anno, nella seconda edizione intende proseguire l'indagine già avviata sullo straordinario e variegato patrimonio architettonico italiano realizzato nel periodo tra il 1925 e il 1945, con l'obiettivo di contribuire a liberare tale patrimonio da letture ancora connotate da considerazioni politico-ideologiche, valutandolo in termini di qualità architettonica e di adeguatezza urbanistica.

In questa edizione il concorso si focalizza sul tema degli edifici dedicati allo svolgimento dei grandi eventi sportivi e all'educazione sportiva, come gli stadi, le palestre, le piscine, gli ippodromi, i circoli del tennis, della vela e dei canottieri, gli edifici GIL e ONB e su quei complessi a metà tra assistenza/prevenzione delle malattie e vacanza estiva dei giovani che si strutturarono nei diversi tipi di colonie elioterapiche (marine, montane, fluviali). Si tratta di opere realizzate in modo capillare su tutto il territorio nazionale e che hanno contribuito a costruire il volto nuovo dell'Italia che si adeguava agli altri Paesi europei, per quanto riguarda la dotazione di strutture pubbliche per la collettività.

Nello specifico, il bando propone un elenco di 332 opere situate in 92 province che interessano tutte le regioni italiane: anche quest'anno sono stati scelti edifici che rispecchiano correnti architettoniche diverse tra loro, quindi: architetture razionaliste, ma anche edifici che si rifanno ad una semplificazione delle forme di tipo protorazionalista, oppure di impronta classicista o pesantemente monumentalista. Questo panorama variegato è particolarmente interessante perché esprime le diverse posizioni prese dagli architetti nei confronti dell'architettura e dell'urbanistica moderne, posizioni che animavano il dibattito dell'epoca, acceso fino allo scontro.

 

 

PREMI

primo classificato: 500,00 € e certificato

secondo classificato: 200,00€ e certificato

terzo premio: 100,00€ e certificato

foto menzionate: certificato

GIURIA

Salvatore Aprea, direttore Archivi della costruzione moderna Politecnico di Losanna 

Roberto Borghi, critico d'arte

Aldo Castellano, storico dell'architettura

Giovanni Chiaramonte, fotografo/docente

Lorenzo Degli Esposti, architetto

Leo Fabrizio, fotografo

Grazia Lissi, giornalista/fotografa 

Giovanna Saladanna, grafica/architetto

Video Edizione 2020

https://www.youtube.com/watch?v=09-tGoXmo_Y

https://www.youtube.com/watch?v=bnTA2aZG8SY

Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
Aproma
Come nasce Aproma srl APROMA srl è una società di importazione e distribuzione ben…
RinoCarraroFineArt
"Sin dalla nascita dello studio nel 1973, il problema era come poter presentare al me…
s.t. foto libreria galleria
s.t. foto libreria galleria nasce a Roma nel 2007 per iniziativa di Leonardo Palmieri…
A2 associazione culturale
L’Associazione Culturale “A2” si propone di promuovere, diffondere, valorizzare e svi…
2.8
2.8 è un volume che pubblica ogni trimestre i migliori portfolio sportivi dal mondo, …
Tuolibro
Dal 2002 TuoLibro realizza libri (con passione) per chi ha il desiderio e la necessit…