Air de Famille opere di Olivier Fermariello
Pubblicato il 26/09/09
Categoria Mostre
Gradimento: Molto Interessante
Questa pagina è stata visitata 3267 volte

PrimoPiano  homegallery  _ Via Foria 118 – 80137 Napoli

primopianonapoli@gmail.com         www.primopianonapoli.com

Vernissage: giovedì 1 ottobre2009 dalle ore 18:00 alle 22:00

Orari di visita: dal martedì al venerdì 16:00 alle 20:00 - Sabato e domenica SRV – Lunedì chiuso

Sabato 3 ottobre per la Giornata del Contemporaneo AMACI dalle 11:00 alle 24:00

fino al 1 novembre 2009

 L’esposizione che apre la stagione 2009/2010 della Galleria PrimoPiano è a firma di Olivier Fermariello. Artista nato a Roma, cresciuto tra Italia e Francia, che attualmente vive a Berlino. Da sempre diviso tra due mondi, diverse culture, due particolari milieux familiari, Fermariello, con questo progetto attraversa  intensi e attivi lessici di famiglia, di finissimi intellettuali, inventori ed esploratori, di un’aria che si cristallizza infine su queste due figure, Madame e Monsieur Vieille, oscillando tra fabula et historia. Egli così aggiunge, a quel lungo e affollato corridoio della galleria di famiglia, una nuova memoria, una prospettiva che contiene la complessa e affascinante eredità degli antenati.. Air de famille è volontario arresto dell’azione. O Noia! quinta stagione! Steppe deserte come il tempo – Orologio in una stazione deserta… Così il poeta Jules Laforgue avrebbe letto questa irremissibile attesa che segna i volti dei due eredi di quel mondo. Il signore e la signora Vieille cadono nelle mani del nipote, che ce li riporta nel mentre essi  guardano a quell’eredità e al tempo andato con la lucidità stanca dell’inazione.  E allora vediamo una Madame Vieille la quale  non riesce ad essere severa, si defila e tenta di recuperare una cordialità irrimediabilmente usurpata dal nipote/artista che le si pone di fronte con l’apparecchio fotografico, si fida di Olivier, che intanto scatta sentendo la forte complicità maschile del nonno e, come in un innocente gioco infantile, sorprende il lezioso femmineo della nonna. Mentre nello sguardo di Monsieur Vieille c’è tutta la risacca lontana, resa quasi impercettibile, della storia di famiglia. L’aria ha qui veramente lo spessore di una lunga storia che si arresta per essere respirata. Fabula et Historia. Le opere di Air de famille  hanno la grandezza dei ritratti barocchi e insieme la sacralità, qui sbeffeggiata con precipuo intento ironico, dei ritratti fotografici dei nostri antenati al  tempo della nascita della fotografia. C’è la staticità aristocratica delle bambole del dipinto Las Meninas di Velázquez (il gioco degli specchi non è forse dato dall’artista che si rivive fotografando i suoi antenati?) e la finzione borghese dell’apparire con il primo dei vestiti più belli del proprio guardaroba o con la divisa che segnala al popolo a quale grado di potere si è giunti. Al posto di un cane accovacciato ai piedi del padrone, simbolo di fedeltà e classe, un cavallino a dondolo; invece di una regale bellicosa spada una vecchia racchetta da tennis.

Un complessivo commiato quando tutto ripugna, quando in un momento della vita in noi c’è vita solo unicamente per non vedere i soli due ospiti che la abitano: la memoria e la morte.

Il tempo! Il tempo! e il resto soltanto scie… di intatta freschezza di Madame e Monsieur Vieille.

 Antonio Maiorino

Commenti
Non sono ancora stati inviati commenti
Hasselblad Italia
Il nome Hasselblad è legato alle fotocamere che esistono dai primi esordi della fotog…
Rovereto Immagini
La città trentina della cultura e della pace ospita la quarta edizione di Rovereto …
Osservatorio Gualino
L'idea di fondo dell'Osservatorio Gualino è quella di costituire una sorta di punto a…
GRIN
Il GRIN è nato nell’ottobre del 2002: una trentina di giornalisti e un numero ancor p…
Cristina Comelli
Consulenza in Comunicazione e Pubbliche Relazioni con specializzazione negli ambiti f…
Istituto Superiore di Fotografia
Fondato a Roma nel 1985, nello storico quartiere di San Lorenzo, l’Istituto Superiore…